La follicolite da depilazione in Naturopatia

Creato: Venerdì, 20 Maggio 2011

La follicolite è un’infezione batterica superficiale o profonda accompagnata da infiammazione dei follicoli piliferi. Vediamo come prevenirla e rimediare naturalmente.
La depilazione col rasoio è una delle cause scatenanti della follicolite che non è solo un problema estetico, ma una vera e propria infezione batterica dei follicoli piliferi annessi alla cute. Si manifesta con pustole, piccoli peli incarniti accompagnati da prurito e dolore ed è spesso conseguenza dei trattamenti depilatori.
Le lesioni cutanee possono aggravarsi dopo ogni depilazione fino a trasformarsi in cicatrici e macchie. Per curare la follicolite è necessario interrompere la depilazione in quanto la causa dell’infezione consiste nella ripetuta lesione meccanica e chimica della superficie cutanea (comunque è sempre consigliabile rivolgersi al proprio medico). Per tanto, i danni maggiori sono provocati quando si sceglie una depilazione fai da te a rasoio o con prodotti chimici. Nel primo caso la lama favorisce microlesioni e arrossamenti, nel secondo invece le creme depilatorie aggrediscono la pelle rendendola ipersensibile.

Come prevenzione è in genere sufficiente seguire semplici norme igieniche per minimizzare le possibilità di infezione indotta da batteri del bulbo pilifero: disinfettare accuratamente la pelle prima e dopo la depilazione e usare sempre una spugna leggermente abrasiva (es. guanto di crine) o meglio ancora uno scrub per rimuovere lo strato più esterno della pelle ed evitare la crescita di peli incarniti. Sia dopo la depilazione che quotidianamente è utile applicare una crema emolliente e restituiva sulle zone depilate per ricostituire il film idro-lipidico superficiale e mantenere l'elasticità e la morbidezza della pelle.

Per rimediare naturalmente possiamo optare per un trattamento che prevede l’applicazione locale di una crema a base di Calendula e Hamamelis, insieme all’assunzione di Helichrysum TM (tintura madre), 30 gocce al giorno e una dose, a giorni alterni, di oligoelementi Rame-Oro-Argento. Continuare il trattamento per due mesi.

Valentina Grassitelli

Visite: 16821

Aggiungi commento