L’idrocolonterapia per riattivare il nostro secondo cervello: l’intestino.

Creato: Domenica, 26 Agosto 2012

Ripulendo a fondo il colon si purifica l'intero organismo. Scopriamo i benefici garantiti dall'idroterapia del colon.

Cos'è il colon? Conosciuto anche con il nome di 'intestino crasso', il colon è la parte terminale dell'apparato digerente, più corto e diametro maggiore rispetto al 'collega' intestino tenuo. Il colon rappresenta una parte fondamentale della digestione e un componente fondamentale nel benessere dell'individuo, tanto da dover dedicare a quest'organo una particolare tipologia di trattamento, conosciuta come idroterapia del colon.
Questa consiste in una sorta di lavaggio interno, il quale agevola il colon nel liberarsi da gas, materiale fecale accumulato, depositi di muco e scorie. L'idrocolonterapia è una tecnica consigliata sia dalla medicina convenzionale sia dalla medicina non convenzionale, oltre che dalla naturopatia. I sostenitori di tale terapia la ritengono decisamente più efficace di un semplice enteroclisma (clistere) in quanto viene trattato l'intestino crasso in toto, dall'ano al cieco, mente l'acqua non viene trattenuta.

 
colon-naturaementeSono dunque dannose le sostanze presenti nel colon?

Germi (parassiti) presenti nell’intestino sono in grado di produrre enormi quantità di materiale tossico (metanolo, propanolo, butanolo, ammoniaca, metano, scatolo, putrescina, cadaverina, indolo, ecc.). Nella norma, questo tipo di sostanze vengono espulse, ma in condizioni di equilibrio alterato è possibile che si inneschi un riassorbimento delle stesse che porta a uno stato di intossicazione e quindi di disagio fisico.


Quali sono dunque gli effetti benefici dell'idroterapia del colon?
 

Tra i benefici dell'idroterapia del colon c'è sicuramente quello di ottenere un colon in condizioni regolari, dunque perfettamente pulito. Questo riporta la flora batterica in equilibrio, oltre che stimolare la peristalsi. L'effetto diluente dell'acqua che viene introdotta all'interno del corpo e la stimolazione che si viene a creare, mettono l'intestino in condizioni di pulirsi a fondo e riattivare le sue funzioni vitali. Inoltre, l'immissione di ossigeno attraverso l'acqua, fornisce un valido nutrimento per il corpo. Ma non solo.
Essendo una terapia disintossicante, il soggetto ottiene una diminuzione dei disturbi cutanei e un aumento del livello di energia e vitalità. Tutto il corpo risente di un aumento delle funzioni vitali.
Ne giovano soprattutto gli individui affetti da meteorismo, diarrea cronica, atonia del colon, colon irritabile, diverticolosi, morbo di Cron, calcoli ureterali, disbiosi intestinali, infezioni da parassiti, micosi intestinale, atonia rettale e patologie infettive croniche recidivanti del tratto vulvo-vaginale.
L'idroncoloterapia, oltre a grandi benefici, presenta delle controindicazioni. Sarebbe da evitare in casi di sanguinamento, gravidanza, tumori, insufficienza cardiaca, emorroidi e infiammazioni.

idrocolonterapiaCon questa tecnica si possono ottenere inattesi risultati non solo sul piano organico ma anche neuropsichico ed emozionale.
La pratica di "lavare" il colon per depurare l'organismo si perde nella notte dei tempi: nella medicina cinese e in quella indiana si parla di questa tecnica di depurazione. Nel famoso codice Ebers, papiro medico egizio che risale al 1550 a.C., questo trattamento naturale veniva già descritto.

La Colonic Irrigation è quindi una tecnica disintossicante molto potente ed è un vero peccato che qui in Italia sia ancora poco conosciuta e praticata, quanto a volte immotivatamente temuta. I ritmi stressanti di oggi, la sedentarietà, una dieta ricca di cibi raffinati, con un alto contenuto di grassi saturi e basso di fibre naturali nonché l’introduzione di sostanze alterate e cancerogene, interferiscono problematicamente nel funzionamento normale del sistema digestivo. Il cattivo funzionamento del “laboratorio alchemico” intestinale determina inevitabilmente un riassorbimento di acqua ricca di sostanze tossiche non espulse, le quali vengono riassorbite nella circolazione sanguigna e trasportate direttamente al fegato, in particolare, sali minerali, prodotti terminali del metabolismo degli zuccheri, dei grassi e delle proteine. Anche se oggi è molto frequente essere afflitti da sofferenza stiptica cronica e gonfiori, causati prevalentemente da un’alimentazione innaturale e da abuso di farmaci, anche le persone che pensano di godere di “regolarità” soffrono di presenza di residui addensati lungo le pareti intestinali.


Quantità troppo elevate di queste sostanze possono infatti creare problemi all’intero organismo, fino ad arrivare ad una vera autointossicazione e ad una disbiosi, ovvero la pericolosa crescita di microrganismi patogeni, aggravata da una sorta di incrostazione calcarea di materiale indurito sulla mucosa colica ( che può raggiungere a volte alcuni centimetri di spessore e diversi chili di peso!), che altera ulteriormente le funzioni assorbente e detossificante del colon. Coloro che si sottopongono alla idroterapia del colon, oltre a trovare straordinario giovamento nelle sintomatologie sopra elencate, rilevano immediati benefici sia a livello generale (senso di leggerezza, migliore digestione e scomparsa di gonfiore addominale, meteorismo e sonnolenza post-prandiale), che cutaneo (la pelle diventa più luminosa, meno oleosa ed acneica e l’aspetto del volto è più sereno e disteso). Questo trattamento dolce può essere somministrato a tutte le età e, se eseguito in centro specialistico e se effettuato sotto controllo di medici esperti, non risulta ne doloroso ne pericoloso. In poche sedute si riportano a livelli ottimali lo stato della flora batterica e l’intestino ritorna a lavorare a pieno ritmo. Sempre su indicazione medica viene consigliato un protocollo pre e post trattamento. Se poi lo specialista lavora sul piano di un sistema di salute naturale che si basa su una visione olistica del corpo, non considerando solo la sua interezza psicofisica ma integrandolo anche con l’aspetto energetico,  può anche eseguire sul colon stesso una lettura riflessologica, poiché su di esso è rappresentato tutto l’ologramma della persona; infatti su questo organo sono presenti tutte le zone riflesse collegate con gli altri sistemi, non solo dal punto di vista organico ma anche e soprattutto del loro legame a specifiche emozioni. La persona che si approccia al trattamento viene pertanto sottoposta ad una attenta anamnesi che si avvale anche dell’approccio fisiognomico. Tenere pulito quest’organo è quindi un fatto non soltanto di igiene ma permette soprattutto al sistema nervoso e degli altri organi di funzionare e reagire meglio nel loro processo di naturale autocura, il quale parte proprio dall’intestino. Durante la seduta è importante quindi non eseguire solo un semplice lavaggio di scorie ma trarre importantissime informazioni da questi particolari punti riflessologici  e quindi agire direttamente sugli stessi con un particolare massaggio e con l’uso per via idrica della cromoterapia mirata, al fine di attivare una risposta energetica generale di tutto il corpo.

 

Con questa tecnica si possono ottenere inattesi risultati non solo sul piano organico ma anche neuropsichico, così come viene brillantemente esposto nel famoso libro “Il secondo cervello”, scritto alcuni anni fa da Michael D. Gershon, responsabile del Dipartimento di Anatomia e Biologia cellulare della Columbia University di New York, autore di innumerevoli pubblicazioni scientifiche e considerato uno dei padri della neurogastroenterologia, recentemente tradotto nel nostro paese per i tipi della UTET. Viene attribuita a questo scienziato la rivoluzionaria “scoperta copernicana” di un cervello addominale, che addirittura sembra “dominare il collega" più nobile. In tutte le culture, nei modi di dire, nel senso comune, la pancia è stata tradizionalmente considerata la sede principale dei sentimenti e delle emozioni, finché a qualcuno non è venuto in mente di contare le fibre nervose dell'intestino, scoprendo che questi modi di dire si basavano su una realtà scientifica: nella pancia c'è un secondo cervello, quasi una copia di quello che abbiamo nella testa e che non serve solo alla digestione. Come il cervello della testa anche quello addominale produce sostanze psicoattive che influenzano gli stati d'animo, come la serotonina, la dopamina ma anche oppiacei antidolorifici e persino benzodiazepine. Gershon s'innamorò del cervello addominale quando era studente, apprendendo che la serotonina, un neuromediatore, influiva sugli stati d'animo. Scoprì poi che il 95% della serotonina è prodotta proprio dalle cellule nervose dell'intestino ed è responsabile anche del riflesso peristaltico. Nessuno prese sul serio Gershon fino al 1981 quando uno dei suoi oppositori, l'australiano Marcello Costa, dimostrò che le cellule nervose dell'intestino producono serotonina. La comunicazione tra i due cervelli sembra comunque dominata da quello situato nella pancia. E' da qui che parte, diretto alla testa, il 90% dei messaggi. La maggior parte di questi messaggi sono inconsci, avvenendo senza che noi ne prendiamo coscienza; li percepiamo solo quando sono segnali di allarme che scatenano reazioni di malessere. Il cervello addominale sarebbe addirittura dotato di memoria che per fissare i ricordi usa le stesse molecole del cervello della testa: gli stress del passato si stampigliano così nel cervello e nell'addome, rendendo l'asse tra questi due centri ipersensibile per tutta la vita. E questo spiega perché i bambini che soffrono di coliche nell'infanzia hanno in genere un rischio maggiore di diventare adulti sofferenti per il colon irritabile. Ma non è solo quest’ultima patologia ora a trarre beneficio dal Colonic; anche alitosi, stipsi, meteorismo, gonfiore addominale, candidosi, malattie allergiche, eczemi, acne, malattie reumatiche e artrosi, cefalee, diabete, ipercolesterolemia, ipo ed ipertensione, coliti, colon spastico, diverticolosi, asma, debolezza immunitaria, depressione, stanchezza cronica e morbo di Crohn godono di grandi miglioramenti. Recenti studi confermano inoltre una azione di profilassi primaria di questa tecnica nel carcinoma colon rettale. Le controindicazioni sono poche come ad esempio tutte le flogosi intestinali nella loro fase di acuzie, il carcinoma intestinale e le cardiopatie gravi, consentendo così di utilizzare con successo e senza rischi questa utilissima pratica che conferma come “un intestino pulito è il presupposto di un corpo più sano e più bello”.

Via

Visite: 23280

Commenti   

0 #9 digimonlinks hacks lavadababin@snail-mail.net 2017-11-14 16:21
This APK is signed by BANDAI NAMCO Entertainment Inc.
Citazione

0 #8 dunk shot hack fabiandye@fastmail.cn 2017-11-14 06:48
The dunk is basketball's most exciting shot.
Citazione

0 #7 pixel gun 3d tips jacquie.nettles@gmail.com 2017-11-03 07:09
Now kind your Pixel Gun 3D user identify in the hack.
Citazione

0 #6 info fannierothschild@gmail.com 2017-11-01 06:02
That's not you any longer. This sucks I can not even play.
Citazione

0 #5 mobile game hacks christenmclaurin@inbox.com 2017-10-29 07:05
Boosts are unlocked as you play by the game.
Citazione

0 #4 mobile game hacks anh_vlamingh@gmail.com 2017-10-27 06:59
Others make adjustments to the online game world itself.
Citazione

0 #3 mobile game cheats cornelldesalis@t-online.de 2017-10-26 12:56
Video video games are the easiest way to spend free time.
Citazione

0 #2 mobile game hacks fredmarcus@zoho.com 2017-10-26 12:07
We wished to change that. Or have it ruined it off?
Citazione

0 #1 gaming tips vitochappell@gmail.com 2017-10-26 01:59
Save money during the tutorial!
Citazione

Aggiungi commento