La nostra bellezza è a rischio durante l’inverno?

Creato: Venerdì, 04 Gennaio 2013

Durante l’inverno anche il nostro corpo cade in una specie di torpore; viviamo meno all’aria aperta, riduciamo il consumo di frutta e verdura meno invitanti nella stagione invernale e siamo continuamente sottoposti a sbalzi di temperatura. Come fare quindi per stimolare e difendere la nostra pelle?


L’inverno per le piante è un periodo di recu­pero e di ripri­stino dell’energia per poi sboc­ciare con tutta la loro vita­lità e bel­lezza in pri­ma­vera. Ma cosa signi­fica l’inverno per il nostro corpo e che impatto ha sulla salute della pelle e sui prin­ci­pali ine­ste­ti­smi ad essa legati?
Durante l’inverno anche il nostro corpo cade in una spe­cie di tor­pore; viviamo meno all’aria aperta, ridu­ciamo il con­sumo di frutta e ver­dura meno invi­tanti nella sta­gione inver­nale e siamo con­ti­nua­mente sot­to­po­sti a sbalzi di tem­pe­ra­tura. La pelle riduce il suo fisio­lo­gico tur­no­ver ten­dendo ad ispes­sirsi e a disi­dra­tarsi. Se non pro­tetta effi­ca­ce­mente può addi­rit­tura ori­gi­nare scre­po­la­ture o der­ma­titi.


dermatitie-invernoDob­biamo quindi inten­si­fi­care i trat­ta­menti ed indi­vi­duare i biso­gni della cute, pre­ve­nendo la disi­dra­ta­zione con una deter­sione deli­cata e una pro­te­zione data da creme nutrienti ric­che in oli pre­ziosi come olio di echium o olio di Goji e acido ialu­ro­nico.
Ma l’inverno è anche un’ ottimo momento per pren­dersi cura del pro­prio corpo con mas­saggi dre­nanti e trat­ta­menti anti­cel­lu­lite a base di escina e caf­feina per sti­mo­lare il meta­bo­li­smo e di impe­dire l’accumulo degli inde­si­de­rati cusci­netti. Per con­tra­stare cel­lu­lite e gambe pesanti non ridu­cia­moci sem­pre all’ultimo minuto quando rea­liz­ziamo di essere a pochi giorni dalla prova costume. Uti­liz­ziamo i mesi inver­nali per salu­tari scrub al corpo ridu­cendo la pelle ispes­sita ed age­vo­lando così anche l’assorbimento degli attivi con­te­nuti nei pro­dotti anticellulite.


Infine ricor­diamo che il pro­blema delle mac­chie cuta­nee deve e può essere trat­tato solo nella sta­gione inver­nale quando la nostra pelle non è sti­mo­lata dai raggi solari. Via libera quindi a trat­ta­menti schia­renti e a pee­ling per cer­care di eli­mi­nare quelle anti­e­ste­ti­che mac­chie brune sul viso e sulle mani. Par­ti­co­lar­mente effi­caci i pee­ling a base di acido gli­co­lico, lat­tico e vita­mina C.
A seconda della tipo­lo­gia e pro­fon­dità della mac­chia ci si può rivol­gere alla pro­pria este­ti­sta o al der­ma­to­logo che ha la pos­si­bi­lità di uti­liz­zare delle con­cen­tra­zioni e miscele di acidi più forti. Mai dimen­ti­carsi della pro­te­zione solare durante que­sti trat­ta­menti per evi­tare la for­ma­zione di nuove mac­chie cutanee.

Fonte: Monica Poli via 

Visite: 14189

Aggiungi commento