Rimediamo naturalmente agli inestetismi cutanei

Creato: Giovedì, 03 Maggio 2012

Anche se è considerata da molti un semplice inestetismo, la cellulite in realtà è una vera e propria patologia cutanea. La sua causa principale è una particolare insufficienza venosa, per la quale i tessuti cutanei superficiali non riescono ad allontanare correttamente i liquidi, che così ristagnano. In un primo momento liquidi e residui tossici si accumulano nel tessuto, poi le cellule adipose si isolano e si gonfiano per la difficoltà a smaltire i grassi. Questo porta alla formazione di un tessuto fibroso reattivo con la tendenza progressiva ad avvolgere tutto.


Il processo è abbastanza lento, e si suddivide in tre fasi: la forma iniziale è dura o compatta, con ristagno di liquidi senza alterazioni strutturali sostanziali. La pelle appare ispessita e ben aderente ai piani profondi, e l’aspetto a buccia d’arancia si nota solo pizzicando la parte con le dita.
La cellulite molle o flaccida è invece la forma in cui le cellule adipose tendono a gonfiarsi, causando una notevole alterazione della silhouette, con buccia d’arancia e noduletti evidenti alla palpazione profonda.

cellulite_grassitelli_valentinaLa cellulite edematosa, infine, è quella con massimo infarcimento dei tessuti, in cui si è verificato l’inglobamento delle normali strutture cutanee da parte del tessuto cicatriziale. In questa fase, per fortuna poco frequente, il danno tissutale è elevatissimo, e non sempre è possibile il recupero del danneggiamento della figura: purtroppo la cellulite non regredisce mai spontaneamente.

Oltre a questi sintomi specifici, alla malattia spesso si accompagnano altri disturbi quali fragilità capillare o vene varicose, smagliature e piccole ecchimosi. Inoltre la parte si presenta più fredda e insensibile, e se si sta molto tempo in piedi si possono avvertire gonfiori o intorpidimenti alle gambe.


Come rimediare

 

Un'alimentazione equilibrata è senza dubbio il primo passo da attuare per trattare qualsiasi forma di cellulite. Anche quando si ritiene di mangiare in modo sano, non è detto che, senza accorgercene, non si cada in errori alimentari che se perpetuati concorrono ad aggravare il problema.
Perché una dieta possa definirsi disintossicante e anticellulite, deve rispondere a questi requisiti, nessuno escluso.

alimentazione_cellulite
1.   No alle sostanze nocive per il fegato. Sono assolutamente da evitare fritture, eccesso di grassi animali, alimenti con additivi, bevande alcoliche e troppo caffè.
2.   Poco sale. Si sa che il sodio trattiene l'acqua, favorendo la stasi idrica e linfatica e quindi la cellulite. Meglio allora sostituire il sale bianco raffinato con quello integrale marino e per insaporire i cibi utilizzare erbe aromatiche (timo, alloro, rosmarino, basilico, maggiorana, ecc...), peperoncino (ottimo brucia grassi), aglio, cipolla.
3.   L'acqua contro la cellulite. Bere da un litro e mezzo a due litri di acqua al giorno, meglio se lontano dai pasti e naturale, aiuta a eliminare il ristagno idrico del tessuto connettivo attraverso i reni, pelle e feci. Ovviamente, l'acqua può essere assunta anche tramite centrifugati vegetali, tisane, frullati.
4.   Tanta verdura. I vegetali, di qualsiasi genere, sono fondamentali apportatori di vitamine, sali minerali, acqua e fibre utili all'intestino. Vanno consumati, crudi o cotti, ogni giorno per combattere la cellulite.
5.   Frutta fuori pasto. Senza eccedere nel consumo, nella dieta quotidiana non deve mancare la frutta per la sua azione disintossicante e l'apporto elevato di vitamine drenanti.
6.   Più fibre. Le fibre favoriscono la motilità intestinale e anche l'evacuazione e se l'intestino lavora in modo regolare il fisico trattiene meno liquidi e meno grassi. Aggiungi quindi dei fiocchi d'avena, miglio, orzo alle minestre e ogni 3-4 giorni mescola un cucchiaino di crusca a latte o yogurt. Preferisci anche il pane integrale, meglio se biologico: è una miniera di fibre grezze.


Rimedi naturali fai da te

A volte ci domandiamo se i prodotti che acquistiamo per la cellulite possano essere efficaci. Scordiamoci effetti miracolosi, soprattutto se i trattamenti non sono accompagnati da una sana alimentazione e attività fisica ma come coadiuvanti fanno la loro parte.

crema_naturale_celluliteE in ogni caso mantenere idratata la pelle con prodotti ad hoc è già di per sé importante: l’aspetto della pelle infatti incide notevolmente sulla percezione di tonicità e compattezza dei tessuti.
E poi, spendere un patrimonio in costose creme e gel poi non è affatto necessario: con ingredienti naturali è possibile preparare olii, scrub e creme, efficaci ed eco-friendly.

Provate per esempio a preparare questo Scrub al Sale e Alghe. Bastano:

  • un pugno di sale fino iodato
  • 2 cucchiai di olio d’oliva
  • 1 cucchiaio di fanghi di alga Guam
  • 10 gocce di olio essenziale di pompelmo
  • 10 gocce di olio essenziale di cipresso
  • 10 gocce di olio essenziale di rosmarino

L’olio di cipresso e di rosmarino sono efficaci nei problemi di microcircolo, edemi e ritenzione idrica. Mischia in una ciotola tutti questi ingredienti e applica lo scrub sulla pelle umida, massaggiando per alcuni minuti.

Per il dopo doccia sono ideali degli oli neutri con aggiunta di oli essenziali. Per avere una Crema drenante e tonificante si può mischiare:

  • 100 ml di olio di vinaccioli
  • 10 gocce di olio essenziale di limone
  • 10 gocce di olio essenziale di arancio amaro
  • 10 gocce di olio essenziale di ginepro
  • 10 gocce di olio essenziale di cipresso

L’olio di vinaccioli ha forte potere rassodante e anti-age e gli oli essenziali di cipresso ed edera, come già detto per lo scrub, sono depurativi e drenanti. Mescola in una ciotola gli ingredienti fino ad ottenere una crema omogenea che spalmerai generosamente sulle cosce e negli altri punti critici.

Per farsi invece un Olio contro le smagliature alla Rosa Moscheta e al Germe di Grano si possono mischiare:

  • 100 ml di olio di germe di grano
  • 10 ml di olio di rosa mosqueta
  • 10 ml di olio essenziale di lavanda


L’olio di rosa mosqueta e quello di germe di grano, entrambi rigeneranti cellulari, mischiati all’olio essenziale di lavanda, dalle proprietà cicatrizzanti, permette di ottenere una composto oleoso che aiuta a contrastare l’insorgere di antiestetiche smagliature, e va applicato ogni giorno sulla pelle pulita con massaggi dal basso verso l’alto.


Un ultimo suggerimento. Le proprietà lipo-riducenti della caffeina sono ben note; allora perché non preparare una Crema Anticellulite proprio con il caffé? Dai fondi della moka si può ricavare una sorta di fangoanticellulite molto efficace, o almeno, così dice chi l’ha provato. Gli ingredienti sono:

  • 2 – 3 fondi di caffé (le quantità vanno calibrate man mano a seconda del risultato)
  • 1 tazza di te verde forte
  • 2 cucchiai di argilla verde areata
  • 1 cucchiaio di olio d’oliva


In una grossa terrina diluisci nel te verde i fondi di caffé e poi aggiungi l’argilla verde areata e l’olio d’oliva . Il composto ottenuto va applicato sulle gambe, massaggiando leggermente e poi coperto per mezz’oretta con una pellicola trasparente. Non si conserva.
Risultato finale: pelle più tonica, compatta e luminosa e stop ai prodotti di sintesi dal packaging eccessivo. Per una bellezza davvero naturale.

 

Valentina Grassitelli

Visite: 16933