Acne e fitoterapia

Creato: Giovedì, 06 Settembre 2012

rimedi-natura-acne-naturopatia

La comparsa di brufoli e pustole sul viso e su altre parti del corpo ha diverse cause (genetiche, ormonali e infettive) che concorrono a determinare la gravità del disturbo. Non è raro che una persona che soffre di acne cerchi nella fitoterapia un aiuto contro un inestetismo imbarazzante specie nell’età adolescenziale, ma anche da adulti a causa delle cicatrici che può lasciare, soprattutto sul viso. Conosciamo meglio l'acne e i rimedi più adatti.

 

Il trattamento di fondo ha come scopo la riduzione dell’attività degli ormoni androgeni a livello dei tessuti, ma anche la riduzione dell’infiammazione e delle infezioni che inducono la formazione di pus. Il trattamento locale può essere molto efficace, specie nelle forme meno gravi e nella normale tendenza all’acne lieve degli adolescenti.

naturopata-acneLa medicina naturale è un referente ottimo per la cura della patologia. L’acne in particolare è una delle patologie che più frequentemente approda allo studio del fitoterapeuta, purtroppo dopo numerosi tentativi farmacologici andati a vuoto. Certamente, dal momento che neppure le piante medicinali sono miracolose, i casi difficili tali sono e tali rimangono anche per la fitoterapia. Le armi a disposizione sono rappresentate essenzialmente da piante ad azione antinfiammatoria e immunostimolante, antimicrobica e disinfettante da utilizzare per via interna e per applicazioni locali, oltre a preparati ad attività metabolica ed endocrina.


In tal senso rivestono una notevole importanza l’Uncaria tormentosa, l’Astragalus membranaceus e la Curcuma longa da associare sempre ad una adeguata integrazione di vitamina A, ottenibile peraltro attraverso l’assunzione di un semplice bicchiere al giorno di centrifugato di carota ( nei casi meno gravi).
Altri rimedi tradizionali ad attività coleretica ed antiseborroica sono in particolare gli estratti di Bardana,Tarassaco ma soprattutto Carciofo. [ Firenzuoli 2004]
E’ stata dimostrata una certa efficacia del Commiphora mukul altrimenti chiamato Guggul nella terapia dell’acne nodulo-cistica (Thappa,1994). Pianta Himalaiana la cui resina, sotto forma di estratto secco, è commercializzata come integratore alimentare predosato che peraltro può essere utilizzata anche per lunghi periodi di terapia.

fitoterapia_rimedi_naturopatiaOppure per riequilibrare gli aspetti ormonali della malattia si potrebbe provare gli estratti di Serenoa repens, tè verde e, nel periodo premestruale, di agnocasto. I trattamenti devono essere prescritti e dosati da un medico esperto in fitoterapia. Per la terapia locale è consigliata la calendula in forma di oleolito (miscela con olio di oliva), crema al 10%, oppure lozione a base di tintura madre (quando vi è molta produzione di sebo). Ottimo, in applicazione locale sulle lesioni, l’olio essenziale di Melaleuca alternifolia (noto anche con il nome comune di tea tree oil). In alternativa, puoi mettere sui brufoli un po’ di tintura madre. Per favorire la cicatrizzazione delle lesioni già guarite ti sarà utile un gel a base di aloe vera.


Di fondamentale importanza per mantenere la pelle morbida e liscia è l’integrazione quotidiana di acidi grassi polinsaturi, ottenibile con l’olio di sesamo pressato e l’olio di semi di lino, oggi presenti anche in comode e insapori capsule.
L’acne può anche svilupparsi a seguito di una reazione allergica ai derivati del latte, e il grasso contenuto nei prodotti caseari può peggiorare la situazione. Vale quindi sempre la pena di provare a stare almeno un mese senza assumere latticini e monitorare il miglioramento eventuale.
Talvolta viene prescritta per l’acne una crema antibiotica o un antibiotico orale. In tal caso ricordarsi sempre di assumere dell’acidophilus per il ripristino dei batteri “buoni” nell’organismo, mangiando anche prodotti acidi, come lo yogurt.

 

Attenzione a….
Le piante a effetto ormonale possono interferire con eventuali metodi contraccettivi e vanno assunte soltanto sotto controllo del medico. Le preparazioni per uso locale vanno scelte anche in base alla natura del disturbo: le tinture madri e le soluzioni alcoliche, così come gli impacchi acquosi, tendono a seccare la pelle, mentre le forme oleose penetrano meglio nella cute, ma possono essere controindicate in presenza di eccesso di sebo e comedoni (detti comunementepunti neri).

Quando rivolgersi dal medico
Il normale brufolo adolescenziale può tranquillamente essere curato con i rimedi ad azione locale sopra descritti, ma quando si rende necessaria una terapia sistemica (cioè per bocca) bisogna rivolgersi a un medico esperto che valuti la tipologia di acne. Ne esistono, infatti, di quattro diversi gradi, l’ultimo dei quali è piuttosto grave e provoca la formazione di noduli, cisti e ascessi che non sempre possono essere risolti con la sola fitoterapia.

Nb: Pertanto chiunque volesse utilizzare la Fitoterapia o qualsiasi altra forma di medicina naturale è tenuto, per la salvaguardia della sua salute, a contattare sempre uno specialista che sarà in grado di offrire tutti gli approfondimenti del caso riguardo alla terapia e alle modalità di assunzione della stessa.

 

Fonti: Ok Salute e Farmalem

Visite: 56843

Commenti   

0 #2 live musik til fest maude_yagan@gmail.com 2017-07-13 07:20
It is in point of fact a nice and useful piece of info.
I'm satisfied that you shared this helpful info with
us. Please keep us up to date like this. Thanks for sharing.
Citazione

0 #1 暖故事 kieran_skertchly@hotmail.de 2017-06-17 11:25
Thanks , I've just been searching for information about this topic for a long time and
yours is the greatest I've discovered so far. However, what about the bottom line?
Are you certain concerning the source?
Citazione

Aggiungi commento