Che cosa è lo yoga?

Creato: Mercoledì, 12 Dicembre 2012

Ci sono molte scuole, definizioni e stili di yoga differenti, che possono spesso creare immagini discordanti di questa disciplina creando molta confusione. Vediamo di fare chiarezza.

Lo yoga è diventato molto "popolare" fra la gente che ama esplorare e applicare la scienza moderna.

 Lo yoga è un termine molto ampio e include assolutamente tutti i campi dell'attività umana  è la vita in tutta la sua pienezza.

Lo yoga è la scienza della ricerca del Sé  aiuta a  migliorare se stessi e la qualità della vita. Attraverso la pratica dello yoga si sviluppano gradualmente la fiducia in se stessi, la salute, i rapporti con le persone, la capacità di concentrarsi meglio e in tutto ciò che fa. Si tratta di un mezzo per equilibrare ed armonizzare il corpo, la mente e le emozioni.

L'obiettivo più ampio dello yoga è quello di ridurre ogni tipo di "ansia" e a  seconda di cosa ogni individuo ha bisogno, lo yoga può essere personalizzato per ciascuno di noi.
 Se abbiamo bisogno per la salute fisica, ad esempio problemi con la pressione sanguigna, il cuore, tiroide, diabete, problemi alla colonna vertebrale o mestruale, lo yoga può aiutare.

Se abbiamo bisogno di raggiungere un equilibrio mentale o emozionale, essere più calmi nella vita a prescindere dalle circostanze che abbiamo, lo yoga può aiutarci a raggiungere la stabilità.
Se abbiamo bisogno di una visione migliore e più chiara della vita e una comprensione di come vivere ragionevolmente in questo "mondo pazzo", i mercati dei capitali, la crudeltà umana, l'egoismo, le guerre e disordini, previsioni disastro ambientale, lo yoga potrebbe essere di aiuto.
Se abbiamo bisogno di una disciplina spirituale per approfondire la loro religiosità, possiamo usare sempre lo yoga.


yoga


Pertanto l’utilizzo dello yoga è quello di  creare le condizioni  imparando a essere pienamente presenti in tutte le azioni che facciamo mettendo a fuoco la nostra energia.

In genere lo Yoga, dal sanscrito yuj, si definisce unione dell'anima con il divino e significa "collegare, unire due cose insieme." Lo yoga è la concentrazione,  tranquillità spirituale, è l'unità degli opposti.

La meditazione, lo yoga, la preghiera, ci permettono di fare esperienza di quel luogo di calma interiore che è oltre il caos, il turbinio della mente ed il fluttuare delle sensazioni di gioia, dolore e desiderio. Dobbiamo accedere il più possibile a quel luogo per provare a rimanere in pace in tutta la giornata, e non farsi convincere dall'ego che vorrebbe lasciare le cose come stanno e continuare a dominarci con le sue fluttuazioni.
Nell'arco della giornata è importante coltivare il silenzio, dandogli spazi sempre maggiori. Imparare ad ascoltare più che a parlare: ascolto dell'altro e ascolto interiore. Nel silenzio si incontra sé stessi e non si può avere paura di sé stessi. Nel silenzio si incontra il divino che è in noi, ma se siamo occupati tutto il tempo in azioni e parole, se scappiamo ogni momento di qua e di là a cene, feste, concerti e quando ci fermiamo c'è il telefono, la musica, internet, la tv... come possiamo ascoltare il divino che è in noi?


yoga-sutraUno dei più famosi definizione di yoga è data da Patanjali, un saggio indiano che ha vissuto qualche migliaio di anni fa, l'autore del libro Yoga Sutra, che è il più grande interprete dello yoga. La sua definizione è: "yoga Chitta Vritti nirodaha" che  significa calmare le onde dei sentimenti o pensieri. E 'il movimento incessante della mente che ci impedisce di essere in grado di guardare più in profondità dentro e il collegamento con il nostro vero sé. Una analogia è che quando la superficie dello stagno della mente è increspato dal vento di pensiero è impossibile vedere oltre la superficie dell'acqua. Quando i pensieri rallentano e la mente diventa calma e chiara è più facile scrutare in profondità. Oggigiorno basterebbe togliere l'«io» ed il «voglio» per ottenere la pace interiore.



FONTE
Damir Božinović - sito web

Visite: 13910

Aggiungi commento