Un prezioso alleato, il Magnesio

Creato: Martedì, 29 Marzo 2011

magnesio_naturopatia

Il magnesio è un minerale "Elisir" per il nostro sistema nervoso. Un italiano su cinque ha carenza di magnesio, ma in pochi sanno che cos’è e come reintegrarlo. Impara a conoscerlo meglio.

Il Magnesio è il minerale più importante nell’organismo. Esso infatti, attiva oltre 300 differenti reazioni biochimiche tutte necessarie all’organismo per funzionare in modo adeguato. Tutti gli altri minerali più importanti sono dipendenti dalla presenza di magnesio per poter svolgere la loro funzione. Incluso calcio, potassio e sodio. Fra questi il magnesio è di gran lunga il più importante. I sintomi da carenza hanno conseguenze su tutto l’organismo.  

In naturopatia la carenza di magnesio è ben conosciuta, e all’indagine iridologica si rivela nettamente. L’iride presenta degli archi di cerchio ampi, di una forma che richiama le smagliature. Questi hanno un nome molto azzeccato: anelli di crampo.
Infatti il magnesio gioca un ruolo primario nel mantenere l’elasticità delle cellule, che in particolare si riflette anche a livello della tensione i muscoli, soprattutto in stato di riposo (tono muscolare).
Uno dei primi sintomi della sua carenza è una sensazione di tensione muscolare, spesso lievissima, di cui non ci si accorge se non ce la fanno notare, ma sottilmente irritante. Questa può sfociare poi in veri propri crampi. L’effetto stress e tensione muscolare portano a dolori, anche delle ossa, esaurimento, ipereccitabilità ecc.

È noto anche che il magnesio ha funzione di regolazione del battito cardiaco e più in generale la sua azione è importante nel corretto funzionamento di tutto il sistema cardiovascolare.

Il magnesio ha un ruolo importante nel sistema nervoso col suo forte effetto calmante sulle cellule neurali; in carenza, le cellule nervose non trasmettono bene i messaggi, ed entrano in uno stato di ipereccitabilità.

Nella produzione di energia e nella sintesi proteica, la carenza di magnesio provoca debolezza, fino all’astenia, ed inappetenza.

Un altro ruolo molto importante è la relazione con il potassio (elemento importante per l’accrescimento, i muscoli e l’equilibrio del sodio) e del calcio. Dunque il magnesio è importante anche nel sistema osteoarticolare.

È molto utile anche nella sindrome premestruale, SPM, per il suo effetto calmante, tonico ed energetico.

L’effetto di mantenimento del tono vascolare lo rende utile anche per le cefalee muscolotensive.

L’ utilizzo di alcol aumenta l’eliminazione del magnesio nelle urine e ne riduce il suo assorbimento. Anche un eccessivo utilizzo di carni rosse, cereali raffinati, latte e uova provoca una perdita di magnesio.
Anche l’assunzione incontrollata e considerevole di zuccheri raffinati e dolciumi incide in maniera. Spesso è proprio l’ alimentazione scorretta la causa di moltissime altre problematiche che colpiscono anche i più  piccoli. Tenendo conto dell’alimentazione moderna, dell’aumento dello stress, dell’eccessiva cottura dei cibi, l’utilizzo di sale da cucina raffinato, possiamo dire che si innesca un meccanismo che rende sempre più complesso l’assorbimento e il mantenimento a livelli ottimali di questo prezioso elemento.

Il fabbisogno giornaliero per l’uomo adulto ammonta a 300-500 mg ed è facilmente soddisfatto grazie alla sua presenza in numerosi alimenti come: noci, cacao, semi di soia, fagioli, grano intero e tutti i vegetali verdi (il magnesio è infatti parte integrante della clorofilla).

L’utilizzo di un integratore aiuta a ristabilire l’equilibrio e risolvere queste problematiche.

NB: Evitare supplementazioni in caso di insufficienza renale (indicazione sempre valida per tutti i minerali).

 

Valentina Grassitelli

Visite: 20807

Aggiungi commento