Automassaggio palmare

Parent Category: Fai da te Created: Monday, 21 March 2011

riflessologia_palmare_naturopatia
Il massaggio alle mani, più di quello ai piedi, si presta a essere fatto su se stessi ed è capace di donare insospettabili momenti di benessere. La bellezza di questo massaggio gli è conferita dalla sua semplicità e dal fatto di essere un mezzo che chiunque può applicare senza particolari cognizioni mediche e senza rischi che, spesso, l'autocura comporta. L'esperienza insegna infatti che la prima indicazione da seguire, è la risposta dolorosa alla pressione su certi punti delle mani; lì è necessario massaggiare.


Massaggiare è molto semplice. Una volta individuato il punto, dovete esercitare con il pollice, o con le altre dita, una pressione decisa ed energica accompagnata da una rotazione lenta e profonda, regolare e costante, in senso orario sulla mano destra e antiorario sulla sinistra; la pressione da esercitare è soggettiva e, in caso di dolore, dipende dalla personale capacità di sopportazione.

Se il punto fa male, vuol dire che state toccando la zona giusta, e che l’azione del massaggio comincia a fare effetto: dovete insistere fino a quando il dolore si attenua.

naturopatia_riflessologia

Automassaggio palmare per l’insonnia
Una volta individuato il punto, esercitare con il pollice, o con le altre dita, una pressione decisa ed energica accompagnata da una rotazione lenta e profonda, regolare in senso orario sulla mano destra e antiorario sulla sinistra. Se il punto trattato fa male, bisogna insistere fino a quando il dolore si attenua. Nell’ordine massaggiare prima la mano sinistra, poi la destra.

Cellulite
Per scioglierla basta agire sulla milza, presente solo sulla mano sinistra, sull’ipofisi, sulle ghiandole toraciche e della testa pizzicando le lunette fra le dita e, per ultimo, sui reni. Il massaggio aiuta il corpo a “smuovere le acque” e stimolare la circolazione sanguigna e linfatica. Si agisce per alcuni minuti al giorno sui punti della milza, presente solo sulla mano sinistra, sulle ghiandole toraciche e, una per una ripartendo più volte da capo, su quelle della testa dove il massaggio si attua pizzicando le lunette fra le dita. Infine, tornando alla rotazione lenta e regolare, il plesso solare ed il rene.    

Rabbia
Agire sulla testa, fegato e, a lungo, sulla cistifellea.

Stress ed ansia
Lavorare i punti dell’ipofisi e del plesso solare. Se il malessere si accompagna ad emicrania, aggiungere quelli della testa, del fegato e delle vertebre cervicali.

Sciatica
Agire su rene, vescica, vertebre lombari e sacrali oltre che sul punto dello sciatico che si può  individuare facilmente in quanto molto doloroso.

Stitichezza
Lavorare molto bene lo stomaco ed intestino.

Hits: 14523

Add comment