Cromopuntura

Cromopuntura

Categoria principale: Tecniche
Creato: Giovedì, 10 Giugno 2010

cromopunturaLa cromopuntura è stata ideata e sviluppata dal naturopata tedesco e fisico Peter Mandel negli anni ‘80, una tecnica terapeutica che combina i benefici della cromoterapia con quelli dell’agopuntura e attraverso l'uso di uno strumento apposito, ha applicato fonti luminose (con tonalità e caratteristiche specifiche di colore) sulla pelle: lo stimolo terapeutico è dato da una lunghezza d'onda elettromagnetica (il colore) perfettamente recepita dalle cellule del nostro corpo.
La cromoterapia sfrutta l’effetto della luce colorata, irradiata su vari punti del corpo umano, per il trattamento di diversi disturbi fisici e psicologici.
Quando si espone una parte del corpo a una luce colorata, avviene un assorbimento di onde elettromagnetiche (di frequenza diversa secondo il colore) che possono penetrare nell'organismo a varie profondità, producendo cambiamenti biochimici nelle cellule e nel sangue. Le cellule, composte da atomi che vibrano secondo specifiche lunghezze d'onda, entrano in risonanza vibratoria con le frequenze delle onde luminose, e ripristinano così il loro naturale equilibrio.


La tecnica


cromopunturaPer mezzo di una penna ottica alla quale vengono applicati cristalli colorati intercambiabili che emanano raggi concentrati puntiformi di luce cromata, vengono stimolati alcuni punti del corpo umano. L'operatore non punge la pelle ma posiziona fasci di luce colorata sui punti recettori del corpo, gli stessi dell'agopuntura. Si tratta di "punture" luminose che, penetrando nel corpo attraverso i punti riflessi, inviano l'impulso energetico ai meridiani corrispondenti ai vari organi, correggendone lo squilibrio e stimolando il naturale processo di autoguarigione dell'organismo. Tali punti sono dislocati lungo i meridiani energetici principali della medicina tradizionale cinese. Essi vengono stimolati mediante le vibrazioni emesse dalla luce colorata che sono di diversa frequenza a seconda del raggio dello spettro cromatico utilizzato nel trattamento.

La cromopuntura è una tecnica terapeutica indolore, non invasiva e priva di effetti collaterali e di controindicazioni. Non è una terapia sintomatica, cioè non agisce direttamente sul dolore, ma cerca di riequilibrare il disturbo energetico di base che lo ha generato.
E' indicata nella cura delle sindromi psico-emozionali e comportamentali, quali ansia, depressione, attacchi di panico, fobie, disturbi comportamentali dell'infanzia, ma anche in molte malattie fisiche con prevalente componente psichica (psoriasi, dermatiti atopiche), e in quei casi in cui è necessario disintossicare e drenare per liberare l'organismo da tossine sia fisiche, che mentali. E' efficace nella risoluzione dei traumi relativi al periodo prenatale


La gamma cromatica utilizzata nella cromopuntura comprende:


cromoterapiaROSSO: è l'elemento del fuoco, importante per tutte le forme viventi, perché senza il fuoco il freddo paralizzerebbe ogni cosa, senza il calore non vi sarebbe movimento né attività.

E' stimolante ed eccitante per i nervi e il sangue, è energetico per il fegato, benefico per il sistema muscolare e per l'emisfero cerebrale sinistro; è vasodilantate; è utile per riportare la persona estroversa dentro il suo guscio; è indicato negli stati depressivi e nell'apatia

GIALLO: è il colore del sole, per gli antichi il giallo rappresentava il colore vitale per eccellenza; è il colore dell'intelletto da un punto di vista percettivo; attiva i nervi motori, perciò è usato nelle paralisi; ha funzione stimolatrice e rigeneratrice; è utile nelle costipazioni, nel diabete, per problemi digestivi; è depurativo, attiva il sistema linfatico, regolarizza il flusso biliare e combatte i parassiti; è psicologicamente efficace negli stati depressivi

ARANCIONE: è il risultato della combinazione dei raggi rossi e gialli e il suo potere terapeutico è maggiore di entrambi, considerati singolarmente; rappresenta calore e prosperità, è il colore dell'entusiasmo e dell'ardore; è usato per gli spasmi muscolari e per i crampi; favorisce il metabolismo del calcio, stimola la produzione di latte nel seno materno dopo la nascita del bambino; stimola il numero delle pulsazioni cardiache senza alterare la pressione sanguigna; è usato per l'esaurimento mentale, è il colore delle idee e dei concetti, e, in generale, infonde benessere e gioia di vivere

VERDE: è  colore mediano dello spettro, è neutro, né acido, né alcalino; è il colore della quiete, calma, rilassa il corpo e la mente; influenza il sistema nervoso simpatico, è vasodilatatore e abbassa la pressione sanguigna; stimola l'ipofisi, esercita un'azione disinfettante antisettica, antibatterica; utile nei casi di insonnia, seda il sistema nervoso e aiuta nei casi di irritabilità.

BLU/TURCHESE: è il colore dell'intuizione e delle facoltà mentali superiori; è il colore della verità della devozione, della calma e della sincerità; attenua l'eccitazione nervosa, ha azione astringente; genera equilibrio e aromonia, perciò è in grado di riportare il flusso sanguigno a livelli normali in caso di squilibrio; è indicato nelle fasi maniacali, è più rilassante del verde, ed è usato per rimuovere la persona introversa dal suo stato di isolamento. Non ha colore complementare.

BLU/INDACO: è il colore della calma e dell'infinito; ha effetti molto positivi negli stati dolorosi in generale; inibisce l'attività respiratoria, è emostatico, stimola le ghiandole paratiroidee e inibisce la tiroide; influenza la vista, l'udito e l'olfatto; lenisce mal di testa ed emicranie; utile nelle convulsioni, nell'insonnia  e in vari disturbi nervosi.

VIOLA: è il colore dell'ispirazione, della meditazione e della spiritualità; attiva la milza, stimola i nervi e, contemporaneamente, inibisce il sistema linfatico; rallenta l'attività cardiaca, favorisce l'afflusso sanguigno alla parte superiore del cervello; risulta eccellente per sedare stati violenti di follia improvvisa, ma anche per regolare gli accessi di ira.