Idrocolon

Categoria principale: Tecniche Creato: Mercoledì, 30 Giugno 2010

intestino_naturopatiaAl giorno d’oggi è molto difficile avere un buon funzionamento intestinale. Infatti, la maggior parte delle persone soffre di disbiosi, disturbo spesso causato dalla presenza di germi intestinali mutati.
Una delle conseguenze principali di questa disbiosi crescente è la micosi del tratto intestinale, in particolar modo del colon: un accumulo cioè di funghi e di muffe.
Germi (parassiti) presenti nell’intestino possono produrre grandi quantità di materiale tossico (metanolo, propanolo, butanolo, ammoniaca, metano, scatolo, putrescina., cadaverina, indolo, ecc.).
Normalmente tali sostanze vengono eliminate, ma in condizioni di alterato equilibrio si possono avere importanti fenomeni di riassorbimento e quindi, appunto, di intossicazione.
L'idroncolonterapia ha lo scopo di mantenere pulito e in perfetto stato il tratto intestinale, stimolare la peristalsi e riportare in equilibrio la flora batterica. L'effetto diluente dell'acqua introdotta e la stimolazione che si viene a creare, mettono l'intestino in condizioni di pulirsi a fondo e riattivare le sue funzioni vitali. Inoltre, l'immissione di ossigeno attraverso l'acqua, fornisce un valido nutrimento alla flora batterica.


Indicazioni

L’idrocolon terapia è particolarmente indicata per chi è affetto da:

- stipsi cronica
- meteorismo
- diarrea cronica
- atonia del colon
- colon irritabile
- emorroidi
- diverticolosi
- morbo di Crohn
- calcoli ureterali (mediante azione di rilassamento sulla muscolatura liscia)
- disbiosi intestinale
- infezioni da parassiti (verminosi)
- micosi intestinale
- atonia rettale, paraparesi
- patologie infettive croniche recidivanti del tratto vulvo-vaginale.


Benefici ed effetti



intestino_benessere_naturopatiaQuesto trattamento, attuando una profonda pulizia, rimuove i residui fecali depositati nelle curve, nelle tasche e sulle pareti del colon, elimina la flora batterica alterata e favorisce la ricrescita di quella equilibrata. Essendo una terapia disintossicante, i disturbi cutanei diminuiscono, aumenta la vitalità e l'energia e in generale tutto il corpo migliora le sue funzioni.
Praticando questa forma di trattamento si elimina la flora batterica putrefattiva, questo permette al colon di ripristinare le sue funzioni primarie e ritornare a produrre anticorpi, alleggerendo così il lavoro di filtro dell'epidermide. Per aiutare questo salutare cambiamento, prima e dopo il trattamento, sarebbe bene far assumere dei fermenti lattici che vanno a riequilibrare la flora batterica intestinale. Il momento migliore per assumerli è a digiuno, facendoli precedere d un bicchiere di acqua tiepida in cui sia stato sciolto un terzo di cucchiaino di bicarbonato.



Come viene effettuata una seduta di idrocolon terapia?



idrocolon_naturopatiaViene fatta utilizzando un'apposita apparecchiatura che fa affluire (utilizzando una cannuccia infilata nell'ano) acqua e ossigeno nel colon del paziente e, nel contempo, permette al materiale fecale di uscire attraverso un altro tubo che ritorna all'apparecchiatura di cui sopra.
Il soggetto trattato è steso sul lettino e giace a pancia in su. L'immissione di acqua e lo scarico dei materiali fecali continua finché l'acqua non fuoriesce pulita. Tutto avviene in un sistema chiuso, estremamente igienico e discreto. Un leggero massaggio addominale facilita tale processo di eliminazione.
La temperatura dell’acqua può essere variata. Introducendo acqua fredda alternata ad acqua calda, si produce il cosiddetto effetto-Kneipp.
In caso di necessità è possibile aggiungere all’acqua di lavaggio altri liquidi come ad es. estratti fitoterapici, prodotti omeopatici e tutto ciò che si ritiene possa giovare al paziente.  


Controindicazioni


- infiammazioni del tratto intestinale in fase acuta zona appendice
- recenti interventi chirurgici a livello di colon, sigma e retto
- tumori di colon, sigma e retto
- emorroidi, fissure e ragadi anali in fase di sanguinarnento
- sanguinamento gastro-intestinale
- perforazioni
- grave insufficienza cardiaca
- gravidanza, negli ultimi mesi.

Visite: 5082

Aggiungi commento