La nutrizione in Naturopatia

Categoria principale: Tecniche Creato: Mercoledì, 02 Giugno 2010

nutrizione_naturopatiaDopo l’aria e l’acqua, il cibo rappresenta l’elemento più indispensabile alla vita umana. L’alimentazione è uno dei fattori che più fortemente incidono sull’accrescimento,sullo sviluppo fisico e mentale, sul rendimento e sulla produttività degli individui. L’alimentazione è, dunque, per l’individuo, una necessità vitale: gli alimenti apportano, da una parte il combustibile necessario alla produzione di energia, e, dall’altra, i principi nutritivi o “nutrienti”, indispensabili al mantenimento di un equilibrio biologicoarmonioso che si identifica con la buona salute.


Bisogna fare un netto distinguo tra alimentazione e nutrizione.

L’alimentazione è la scelta e l’introduzione degli alimenti e delle bevande e rappresenta, quindi, la conseguenza di una serie di attività volontarie con cui l’essere umano sceglie i cibi, li libera dagli scarti e infine li ingerisce. L’ingestione rappresenta il punto di partenza della Nutrizione.

La nutrizione è l’utilizzazione, per le esigenze vitali dell’organismo, dei principi nutritivi presenti negli alimenti.
Questi processi si realizzano molto spesso in modo involontario e incosciente ragion per cui si può affermare che esistono quindi modi di alimentarsi, ma uno modo solo di nutrirsi.
La nutrizione si basa sul principio che lo stato di salute viene mantenuto grazie all'assunzione, tramite gli alimenti, di principi nutritivi necessari a:

- fornire energia per il mantenimento della funzioni vitali e per le attività corporee (glucidi, lipidi, proteine)
- fornire materiale plastico per la crescita, il rimodellamento e la riparazione dei tessuti (proteine)
- fornire materiale regolatore delle reazioni metaboliche (minerali e vitamine).

 

alimentazione_naturopatiaIl regime alimentare influisce, talvolta in modo sensibile, sulla salute degli individui e delle comunità. E’ necessario fare chiarezza perché le mode alimentari sono tante, spesso contrastanti tra loro. La cattiva nutrizione può comportare:
- disbiosi intesinale
- carenza acuta o cronica di nutrienti essenziali;
- eccessi e squilibri nutrizionali quali fattori di rischio per l’insorgenza di malattie

metaboliche e degenerative;
- ingestione di elementi nocivi naturali e non (microrganismi, contaminanti ambientali).
- stato di acidificazione e demineralizzazione
- infiammazione.


La consulenza di nutrizione in Naturopatia


Contrariamente a quanto molti possano pensare o avere sentito dire, chiunque si rivolga ad un naturopata per una consulenza in nutrizione non riceve una dieta. Sulla base dello stile di vita della persona, delle sue caratteristiche, di eventuali intolleranze alimentari (evidenziatesi tramite l’esecuzione del test) il naturopata si limiterà a suggerire il tipo di alimentazione più indicata, in grado di attivare il metabolismo e di conservare l’equilibrio della flora batterica.

dieta_naturopatiaConsigli per un a corretta alimentazione

- Eliminare o ridurre alcol e caffè (o altri stimolanti)
- Ridurre o eliminare fritti e condimenti eccessivamente elaborati
- Ridurre i grassi animali e i grassi in genere
- Ridurre il consumo di proteine animali

- Ridurre o eliminare il consumo di zucchero e dolci in genere
- Ridurre la quantità calorica giornaliera
- Non abbinare troppi cibi diversi nello stesso piatto
- Aumentare il consumo di frutta e verdura cruda
- Consumare il più possibile alimenti biologici e integrali
- Masticare a lungo e con calma ( faremo un favore al nostro intestino)
- Suddividere bene i pasti nella giornata
- Consumare alimenti di stagione.
Risulterebbe ideale anche ridurre la sedentarietà promuovendo l'attività fisica.

Visite: 6866