Nutrizione Ortomolecolare

Categoria principale: Tecniche Creato: Lunedì, 07 Aprile 2014

Dal grecoorthòs giusto, equilibrato – la nutrizione ortomolecolare è una disciplina fondata dal premio nobel Linus Pauling, biochimico americano, che partiva dal presupposto che molte malattie possono essere curate fornendo all’organismo l’ambiente molecolare ottimale per il suo corretto  funzionamento, dato da una composizione equilibrata dei giusti nutrienti.

Pauling non si riferisce solo ai macronutrienti (proteine, grassi e carboidrati),  ma soprattutto ai micronutrienti (vitamine, enzimi, acidi grassi essenziali e minerali traccia), che sono spesso carenti nella nostra squilibrata alimentazione occidentale. Quindi un metodo terapeutico che consiste nella somministrazione di dosi elevate di vitamine e minerali per la salute fisica e mentale.

Ogni anno migliaia di nuove sostanze chimiche di sintesi immesse nell’atmosfera inquinano i terreni destinati all'agricoltura e all'allevamento, i terreni inoltre sono già impoveriti dalle monoculture e dalle coltivazioni forzate, tutto ciò produce un cibo povero di micronutrienti già alla raccolta, tale cibo oltre a questo viene conservato e consumato in maniera innaturale (inscatolato, precotto, trattato con aggiunte di conservanti, coloranti, additivi chimici, riscaldato più volte o cotto al forno a microonde, etc...), e questo contribuisce in larga misura alle carenze nutrizionali a cui tutti, chi più chi meno, siamo soggetti in questa epoca, e di conseguenza alle malattie da esse derivate.     

         

Nutrizione Ortomolecolare & Naturopatia

La Naturopatia interviene, in primis, correggendo il terreno alimentare con diete equilibrate a base di cibi freschi provenienti da coltivazioni biologiche, conservati e cotti con sistemi naturali, che possano già da soli fornire i necessari apporti nutrizionali per l'organismo, e laddove ciò non bastasse si interverrà con un’opportuna integrazione o supplementazione  di vitamine, minerali, enzimi e aminoacidi.

Con il termine di integrazione si intende l’eventualesomministrazione di preparati esogeni che vadano a completare l’apporto che proviene dagli alimenti fino al raggiungimento del Rda (Raccomanded Dietary Allowances).

 

Fabbisogno di Vitamine & Minerali

Il fabbisogno di vitamine e minerali varia nei diversi periodi della vita, soprattutto in base alle capacità del nostro organismo di assorbire  i nutrienti, ai diversi bisogni fisiologici.

In ogni caso, prima di intervenire con qualsiasi supplementazione, è necessarioriequilibrare correttamente il terreno dell’individuo, per permettere all’organismo di assimilare al meglio   i principi degli integratori e i minerali trasportati, bisogna valutare i reali bisogni individuali, a secondo delle caratteristiche costituzionali e sintomatiche, intervenendo con un giusto apporto nutrizionale, modificando la propria dieta preferendo l’alimentazione naturale, sostituendo i cibi calorici ma “vuoti” dal punto di vista nutrizionale con cibi ad alto valore nutrizionale; utilizzando l’alimento integrale di coltivazione biologica al posto del cibo raffinato per avere un giusto apporto di fibre; evitando le preparazioni industriali;aumentando il consumo di frutta e verdura fresca e sempre di stagione e ancora, se necessario integrare con vitamine e minerali.

 

[Fonte: http://www.manuelaciucci.it/consulenze.htm]

 

Visite: 971

Aggiungi commento